⏭ Un morso alla grande mela: Dumbo, Brooklyn!

0
Processed with VSCO with e8 preset

la scelta di scrivere di New York è dettata dalla voglia di dare qualche consiglio sulla base di una personale esperienza di viaggio nella grande mela risalente alla scorsa estate.

Grazie ai tanti video su YouTube e ai diari di viaggio trovati in giro per il web, mi sono fatta un’idea su che cosa vedere a New York in poco meno di due settimane. Bene, una delle cose da fare sicuramente è visitare Dumbo!

Dumbo è in realtà un acronimo che sta per Down Under the Manhattan Bridge Overpass.

Si tratta di un quartiere di Brooklyn, uno dei più famosi borough di New York, e – come rivela l’acronimo – è situato proprio tra il ponte di Manhattan e il più famoso ponte di Brooklyn.

Raggiungere Dumbo in metro è molto facile: basterà infatti prendere la linea A o C e fermarsi a Hight Street – Brooklyn Bridge station. Da qui dovrete soltanto fare una piacevole passeggiata in discesa di un paio di minuti. In alternativa, prendete la linea F e fermatevi a York Street Subway Station. Una bella idea è anche quella di percorrere a piedi uno dei due ponti. Io ho preferito quello di Brooklyn, ma essendo meno famoso, il ponte di Manhattan sarà sicuramente meno affollato.

Nonostante si trovi a soli pochi minuti da Manhattan, Dumbo vi farà evadere dalla frenesia della città. 
L’architettura, le strade lastricate di sampietrini e la street art sono gli elementi della combinazione perfetta che rende Dumbo il quartiere che è.

Per ammirare l’arte di strada basterà fare due passi a piedi.

Credit: Bella Bucchiotti

Attenzione: tanti dei murales che avrete intenzione di vedere, in realtà, potrebbero non esserci più, e fidatevi, parlo per esperienza personale! Girando per Manhattan e Brooklyn alla ricerca della street art che mi aveva colpita di più girovagando per il web, tanti murales erano ormai stati rimpiazzati o coperti per via di lavori in corso. Un esempio? Le famose ali d’angelo a 192 Mott Street, o Homer Simpson in versione avocad’oh a situato tra Kenmare e Mulberry Street. Poco male: sono sicura che la nuova arte vi piacerà altrettanto!

Dopo tutto, New York non solo è la città che non dorme mai, ma anche quella che si rinnova sempre!

SHOPPING:
In quanto ad acquisti, sono ovviamente presenti i soliti negozi di souvenir ma, soprattutto per gli amanti del vintage, è doveroso fare un salto da Front General Store: vestiti, cappelli, sciarpe e gioielli à gogo. Qui troverete sicuramente qualcosa che fa per voi, una collana per la sorellina o una cravatta per il papà.

Credit: Pinterest

Oppure, entrate da The Powerhouse Arena. Di che cosa si tratta? Beh, è una boutique… ma anche un negozio di libri, una galleria d’arte e uno spazio dedicato agli eventi e alle performance! Vi catturerà con i suoi soffitti alti più di 7 metri, in cui troverete una fusione di design, fotografia, moda musica e chi più ne ha più ne metta!

FOOD:
Per quanto riguarda il cibo, avrete l’imbarazzo della scelta. Nonostante non sia tipico del quartiere, mi sento di consigliare il famoso SHAKE SHACK. Il fast food si può trovare in giro per New York e anche qui a Dumbo. Per i vegetariani è da provare l’ottimo ‘shroom burger’. L’unica pecca sono i prezzi un po’ più alti rispetto al più famoso McDonald’s, ma la qualità è decisamente migliore.

E come dimenticare la famosa pizza di Brooklyn?! Chi ha visto dei film ambientati a New York sa che la pizza migliore si trova a Brooklyn, precisamente a Dumbo! Parliamo proprio della rinomata Grimaldi’s Pizzeria e ormai anche di Juliana’s Pizza, proprio accanto alla prima. Aspettatevi una fila perenne. In alternativa, vi consiglio Ignazio’s, a pochi metri dalle altre due pizzerie, giusto dietro l’angolo. La pizza è altrettanto buona e non penso abbia nulla di diverso da Grimaldi’s. Purtroppo, hanno in comune anche i prezzi esorbitanti.

Se invece avete voglia di una porzione di pizza o di un calzone, Front Street Pizza è la scelta più veloce ed economica, e francamente… quella che a me è piaciuta di più! Per meno di 3$ potrete comprare un trancio di margherita degna di questo nome, e gustarvela in questo tipico pizza place molto anni ‘90.

PHOTO SPOTS:

Finalmente giungiamo alla parte che preferisco… le foto! Ecco 3 luoghi dove fare qualche scatto che catturi i vostri ricordi.

  1. Dall’incrocio tra Washington Street e Water Street il vostro sfondo sarà il ponte di Manhattan, incorniciato da due palazzi in mattoncini rossi. Nonostante non sia una zona pedonale, fare foto non risulta particolarmente difficile perché, soprattutto di sera, non sono molte le auto che passano per questa stradina.
Credit: Del Higgins
  1. Jane’s Carousel, un carosello risalente al 1922, si trova a Brooklyn Bridge Park (di cui parleremo più sotto). Si accede dalle entrate di Dock Street o Main Street e un biglietto costa solo 2$. Qui potrete fare dei bellissimi scatti, anche un po’ rétro, e per i fotografi più interessati, è possibile prenotare il carosello per dei servizi fotografici!
Credit: Howard
  1. Andare a Dumbo e non andare al Brooklyn Bridge Park è come mangiare un cornetto Algida e lasciarne la punta ripiena di cioccolato. Il parco dà sull’East River, dove troverete panchine su cui riposarvi, nel caso in cui non vogliate sedervi sull’erba. Il motivo principale per andarci? La vista mozzafiato di giorno, ma soprattutto di notte.
Credit: Michael Kafka

Sarà tutto lì: le luci, il fiume, lo skyline di Manhattan e il famoso ponte di Brooklyn che dà il nome al parco. E vi sembrerà di essere in un film.

 

Comments

comments

SHARE