⏭ Lady Gaga: Esibizione al Superbowl e concerto a Milano

0
Lady Gaga performs during the Pepsi Zero Sugar Super Bowl LI Halftime Show held at NRG Stadium on February 5, 2017 in Houston, TX. (Photo by Anthony Behar) *** Please Use Credit from Credit Field ***(Sipa via AP Images)

In poco meno di 24 ore, Stefani Joanne Angelina Germanotta, in arte Lady Gaga, ha deciso di fare un doppio regalo al mondo. Non contenta della formidabile esibizione della scorsa notte al Superbowl, proprio qualche ora fa la regina del pop ha deciso di annunciare il suo Joanne World Tour’, che vedrà come meta italiana Milano, precisamente il Mediolanum forum, il 26 settembre di quest’anno.

Ma parliamo un po’ del Super Bowl, la finale del campionato della National Football League che quest’anno è giunta all’edizione LI. La cantante newyorkese si è esibita davanti a un pubblico di oltre 70.000 persone (senza contare coloro che l’hanno seguita da casa) a Houston, Texas, per l’annuale ‘Pepsi Zero Sugar Super Bowl Halftime Show’.

La performance non ha di certo deluso le aspettative dei suoi little monsters, e secondo noi, nemmeno quelle di chi non si definisce suo fan.
[Il video della performance è disponibile qui]

Credit: Tom Pennington

Per cominciare l’esibizione con del sano patriottismo e una critica sottile a quello che sta succedendo negli States, Gaga – sopra il tetto dello stadio, mentre il maxischermo proietta l’immagine di un cielo stellato – intona parte del testo di quello che è ormai diventato una sorta di secondo inno nazionale, scritto da Irving Berlin negli anni ‘30:

‘God bless America, the land that I love. Stand beside her, and guide her Through the night with a light from above’.
Il pezzo continua con dei versi di This land is your land di Woody Guthrie: ‘This land is your land, this land is my land. This land was made for you and me’.
La cantante conclude questa prima parte della sua performance con le ultime parole del Giuramento di Fedeltà degli U.S.A., mentre le stelle nello schermo si tingono di rosso e blu in una rappresentazione della bandiera americana. È a questo punto che Gaga spicca il volo lanciandosi dalla sua postazione, atterrando su una prima piattaforma da dove urlerà ‘I’m on the edge’ – riferendosi alla sua famosa Edge of Glory. Parte quindi l’intro di Poker Face, la canzone che l’ha resa celebre in Italia, e la cantante – con una posa a mo’ di Peter Pan – intona il primo verso ‘I wanna hold’em like they do in Texas, please’, seguito da una pausa, chiaro tributo allo stato americano in cui si è tenuto il Super Bowl, durante la quale il pubblico la acclama a gran voce.

Improvvisamente, Lady Gaga si trasforma in una trapezista del Cirque du Soleil, ma non dimentica il suo lavoro, e continua infatti a cantare anche a testa in giù, tra un volo e l’altro.

Fuochi d’artificio prima e durante la hit mondiale Born this way.

‘I’m beautiful in my way, ‘cause God makes no mistakes’ e ‘No matter black, white or beige, chola or orient made, I’m on the right track, baby, I was born to be brave!’ sono tra i versi più significativi del testo, e questa è stata la performance che più mi ha colpita, forse perché proprio in questo momento gli Stati Uniti avrebbero bisogno di ricordarsi perché si sono meritati l’appellativo di ‘Land of Freedom’.

È doveroso parlare dell’intonazione impeccabile di Gaga che, nonostante sia stata un po’ calante in certi punti di Telephone, noi perdoniamo! La star è pur sempre la regina del pop e non getta la spugna, riprendendosi subito nel ritornello della hit di cui era protagonista anche Beyoncé.

Segue il primo singolo con cui Lady Gaga si è fatta conoscere, estratto dall’album di debutto ‘The Fame’: Just Dance. È in questo momento che la Germanotta impugna la sua keytar suonando l’intro della canzone, mentre uno dei ballerini le tiene il microfono prima che lei lo afferri e prenda in mano la situazione. Dopo la mezza-stecca (sicuramente scusabile) dell’acuto finale ‘baby’, la canzone procede strumentalmente per permettere alla cantante di raggiungere il suo fidato pianoforte.

‘How you doin’ tonight, Texas? America? World? How you doin’ tonight? We’re here to make you feel good. You wanna feel good with us?’

Sono queste le parole che Gaga rivolge al pubblico mentre inizia a suonare l’intro della più recente Million Reasons, singolo estratto dall’ultimo album Joanne. Visibilmente provata dalle canzoni precedenti, la Mother Monster fatica a respirare ma non è certamente questo a fermarla e a impedirle di salutare i genitori sorridendo con un ‘Hey Dad! Hey Mom!’. Il secondo verso della canzone la fa riprendere e nonostante il respiro ancora affannato scende gli scalini del palco e raggiunge i suoi fan, che la accolgono con delle specie di fiaccole. Una fortunata tra le tante riceve anche un abbraccio dalla cantante, prima che ritorni sul palco per un’ultima canzone: Bad Romance!

Nonostante l’attacco anticipato di mezza battuta, Gaga sa riprendersi e riesce a concludere lo show con una fenomenale esibizione della hit che ci fa ritornare indietro nel 2010, riproponendo anche un corpo di ballo vestito di bianco come nel video della canzone. Il pubblico è in delirio e lo stadio ripropone nuovamente dei fuochi d’artificio prima che Lady Gaga getti via il microfono per afferrare il pallone da football e si lanci dal piedistallo.

Ancora una volta, Lady Gaga ha saputo dimostrare il suo talento non solo di cantante e cantautrice, ma anche e soprattutto di performer, destreggiandosi tra balletti, voli e soprattutto l’emozione di essere osservata e ammirata dal mondo intero.

 

 

 

Per fortuna, il fresco annuncio del suo tour mondiale ci permetterà di assistere a una live performance di Gaga anche in Italia!

Le prevendite per il concerto che si terrà al Mediolanum Forum di Milano il prossimo 26 Settembre apriranno per Live Nation giovedì 9 febbraio alle ore 9.00, per poi aprire a tutti lunedì 13 alle ore 10.00.

Correte a prendere i biglietti perché una cosa è certa: andranno a ruba!

 

 

Comments

comments