[REPORT] You Me At Six LIVE @ Zona Roveri (Bologna) – 16/03/2017

0

Finalmente dopo tanta attesa il tour promozionale di Night People è giunto in quel di Bologna.

La band inglese mancava dalle scene italiane da relativamente pochi mesi (l’ultimo concerto risaliva al Novembre scorso al Tunnel di Milano) ma non calcava i palchi di Bologna dal lontano 2014.

Quel primo live nel bolognese non è andato a finire nei migliori dei modi: inseriti nella giornata punk rock del Rock In Idro fecero molta fatica a farsi apprezzare dalla folla che fremeva dal pogare violentemente sulle note degli Ska-P, ed era ora di sostituire quell’amaro ricordo con un nuovo concerto da headliner.


Dopo questa piccola premessa torniamo al Zona Roveri.
A seguito di una giornata passata a scalare la torre degli asinelli la band giunge nei pressi della venue e dopo poche ore il concerto finalmente inizia.
I primi a salire sul palco sono i Maybe, una band del posto.
Il testimone passa poi ai The Xcerts, tre ragazzi scozzesi che preparano il parterre a dovere con i loro brani in attesa dell’arrivo dei protagonisti della serata.

Il concerto degli You Me At Six inizia con il brano che dà il nome all’ultimo album, Night People, uscito a Gennaio di quest’anno.

Lo show procede senza intoppi: vecchi brani come Bite My Tongue che si alternano ai nuovi, Josh che tiene il palco in maniera sublime, grazie anche ai suoi balletti (Milly se ci stai leggendo, l’anno prossimo a Ballando Con Le Stelle non sarebbe male prendere il signor Franceschi, successo assicurato!), qualche simpatica gag con il pubblico, dal “happy birthday” cantato fino allo sfinimento alla presa in giro di un ragazzo che stava sbadigliando.

Promossa anche una delle novità di questi ultimi live, l’aggiunta vocale di Matt, il bassista della band, che nel complesso si sposa bene con la voce del frontman.
Dopo un bellissimo discorso sul rispetto e l’uguaglianza seguito dalla romantica Take on the World, il concerto entra nella sua fase finale con Lived a lie, Give ed infine la potentissima Room to Breathe.

La semplicità con cui questi cinque ragazzi riescono a tenere il palco e a suonare live non è da sottovalutare. Ti ritrovi dopo 18 canzoni soddisfatto, ma allo stesso tempo un po’ deluso perché ancora vorresti stare lì ad ascoltarne altrettante.
La voglio di rivederli live non è poca e, stando alle parole di Josh, non ci toccherà aspettare molto.

La setlist della serata:
Night People
Underdog
Loverboy
Stay With Me
The Swarm
Spell It Out
Bite My Tongue
Swear
Fresh Start Fever
Heavy Soul
Reckless
No One Does It Better
Cold Night
Brand New
Take on the world
Encore:
Lived a lie
Give
Room to Breathe

Comments

comments