Tutto suona “incantevole” ai concerti dei Subsonica

0
subsonica

Martedì 23 luglio si è tenuta ad Assisi, presso la Lyrick Summer Arena, una delle date estive dell’8 Tour dei Subsonica, iniziato il 28 giugno a Verona, e che si concluderà il 7 settembre nella città di Ancona con i festeggiamenti per i 20 anni di Microchip Emozionale.

Scrivere di una delle tue band preferite sembra facile. In realtà, il pericolo di precipitare nella banalità è dietro l’angolo; ma banalità e Subsonica sono due termini che non possono stare nella stessa frase. Il gruppo torinese ha già dimostrato di saper proporre al pubblico uno spettacolo senza precedenti durante il tour invernale; cinque pedane mobili e cinque maxischermi, collegati a delle telecamere, che trasmettono le immagini del gruppo. Le pedane, per il tour estivo, sono scomparse, ma il gruppo non ha rinunciato all’impatto visivo, collegando le videocamere al maxischermo alle loro spalle. Per quanto riguarda i suoni invece è inutile girarci intorno: i Subsonica sono insuperabili e, ancora dopo 22 anni, avanti anni luce.

La prima parte della scaletta è la stessa del tour invernale (ad eccezione di “Lazzaro” che prende il posto di “Perfezione”), incentrandosi sui brani dell’ultimo album 8, tra cui “Bottiglie Rotte”, “Jolly Roger” e “Punto Critico”, oltre ad alcuni dei singoli di maggior successo del gruppo, come “Discolabirinto”, “Nuova Ossessione” e la cover del brano “Up Patriots to Arms” di Franco Battiato. La prima metà del concerto è una vera e propria esplosione di energia: i Subsonica sono animali da palco inarrestabili e Samuel, nonostante l’intervento al cuore, è in forma smagliante. Tutto il pubblico si muove e non riesce a stare fermo. “L’Incredibile Performance di un Uomo Morto” porta la calma: i Subsonica escono di scena.

Dopo alcuni minuti di pausa, Max Casacci torna solo sul palco per presentare la canzone “Sole Silenzioso”, ispirata agli eventi del G8 del 2001.

Dentro di te il sole silenzioso

Di chi disubbidirà

Lungo la terra di chi

Sempre disubbidirà

Nella giustizia di chi

Di chi disubbidirà

Quando il futuro è con chi

Sempre disubbidirà

La storia fatta di chi

Max ha una dialettica straordinaria; con “Sole Silenzioso” vuole ricordarci che è necessario disubbidire a leggi ingiuste, specialmente in un presente straziante e violento come quello che oggi attanaglia il nostro paese.

La seconda parte della scaletta è invece una tempesta di emozioni: “Aurora Sogna”, “Incantevole”, “Abitudine”, “Tutti i Miei Sbagli” e “Strade” fanno piangere tutti. Se non ci credete, andate a una delle ultime date del tour e poi mi direte. Ad interrompere questo continuo strazio emotivo “Depre”, che ci insegna che si può saltare, e “Benzina Ogoshi”: Non siete riusciti a bissare Microchip Emozionale recita la canzone. Una frase di cui i Subsonica sono stati ripetutamente accusati, e che ormai si trascinano dietro da anni come un macigno pesante. Per questo Boosta dedica a tutti i non siete riusciti a un sonoro “bastardi”.

Nonostante la scaletta del tour estivo sia molto simile a quella invernale, le emozioni non sono mai le stesse; ogni concerto è sempre diverso e mai banale. E può confermarvelo una che, non riuscendo ad aspettare la data nella propria regione, ha deciso di seguire il gruppo in due regioni diverse. Perché i Subsonica sono causa di rilascio di endorfine.

Scaletta:

Bottiglie Rotte

Discolabirinto

Up Patriots to Arms

Nuova Ossessione

Jolly Roger

Fenice

Punto Critico

Liberi Tutti

Il Diluvio

Lazzaro

L’Incredibile Performance di un Uomo Morto

Sole Silenzioso

La Glaciazione

Nuvole Rapide

Aurora Sogna

Colpo di Pistola

Depre

Incantevole

Il Cielo su Torino

L’Odore

Abitudine

Benzina Ogoshi

Tutti i Miei Sbagli

Strade

Comments

comments

SHARE