Alborosie e tutta l’energia del “reggae made in Italy” al Mamamia

0
alborosie

Quella del 16 marzo al Mamamia di Senigallia è stata una serata all’insegna del reggae. Il concerto si apre con l’esibizione di due giovani artisti della scena: Galup, pseudonimo di Alberto Galuppini, e Kg Man, ovvero Tommaso Bai. I due, accompagnati da un chitarrista e un dj, sono riusciti a scaldare il pubblico in vista dell’esibizione clou della serata.

Alle 23.30 inizia così l’esibizione di Alberto D’Ascola, in arte Alborosie, il cantante originario di Marsala e trasferitosi in Giamaica per amore della musica reggae. Ex fondatore dei Reggae National Tickets, iniziò la sua carriera da solista dopo il trasferimento in Giamaica, adottando definitivamente lo pseudonimo di Alborosie. Alborosie è accompagnato sul palco da musicisti di alto livello, oltre che da tre coristi.

Dopo un lungo tour estivo, il cantante ha annunciato le date del tour celebrativo per i suoi 25 anni di carriera, esibendosi anche in Italia nel mese di marzo, per cinque imperdibili appuntamenti. La scaletta comprende, oltre ai suoi brani più celebri come No Cocaine e Kingston Town, anche i pezzi tratti dal suo ultimo album, Unbreakable – Alborosie Meets The Wailers United, come Contradiction.

Un ringraziamento a BPM Concerti e al Mamamia di Senigallia.

Fotografie di Alessia Antonelli

Alborosie

Galup e Kg Man

Comments

comments

SHARE