I Pinguini Tattici Nucleari sciolgono i cuori di Bologna

0

Il 5 aprile è uscito il nuovo album dei Pinguini Tattici Nucleari Fuori dall’Hype“, disco che ha visto l’inizio del tour appena un giorno dopo la sua pubblicazione. I Pinguini Tattici però sono tutt’altro che fuori dall’Hype, anzi sono una delle band che ha smosso e sconvolto la scena indie, ottenendo un grande riscontro positivo tra il pubblico. Testi ricercati, con riferimenti mai sciocchi e banali: i Pinguini Tattici Nucleari sono l’Hype.

Il 12 aprile sono arrivati all’Estragon, accolti con un caloroso sold out. Il gruppo capitanato da Riccardo Zanotti è stato anticipato dai Rovere, band della scena indie made in Bologna fondata dal frontman Nelson Venceslai, dal tastierista Lorenzo Stivani e dal chitarrista Luca Lambertini . I Rovere hanno da poco pubblicato il loro primo album “Disponibile anche in mogano” in cui vi è anche la loro prima collaborazione, proprio con il frontman dei PTN. Il gruppo di apertura è stato impeccabile, coinvolgente ed ha scaldato gli spettatori sin dalle prime note. Il pubblico di quella sera ha infatti assistito non ad uno ma a ben due concerti; questo perchè quello dei Rovere è stato un vero e proprio spettacolo!

A seguire, dopo quasi un’ora di show del gruppo Bolognese, sono entrati in scena i Pinguini Tattici Nucleari che hanno tirato giù il palco e fatto saltare la folla dalla prima all’ultima canzone. I componenti della band (Riccardo Zanotti, Elio Biffi, Nicola Buttafuoco, Lorenzo Pasini, Simone Pagani e Matteo Locati) hanno giocato tra loro, scherzato con il pubblico e raccontato aneddoti che accompagnavano le loro canzoni. Il loro concerto è stato come una serata tra amici perché la loro semplicità e schiettezza coinvolge e avvicina gli artisti agli ascoltatori. Ci sono state anche delle sorprese e invasioni di palco inaspettate; un “pinguino” infatti è salito a ballare insieme alla band per poi perdersi tra il pubblico a godersi i suoi minuti di celebrità. Il cantante poi si è letteralmente buttato in uno stage diving accompagnato da un’esplosione di coriandoli.

Il concerto è stata una festa in cui gli invitati sono usciti ubriachi di felicità. Per questo vi invitiamo ad andare ad un loro concerto e divertirvi come matti e se vi dicono “Ti prego non usciamo questa sera, restiamo qui ad accarezzare il gatto” prendeteli e andate a cantare!

 

Comments

comments

SHARE